Error message

Deprecated function: The each() function is deprecated. This message will be suppressed on further calls in menu_set_active_trail() (line 2405 of /var/www/vhosts/acat-ist.it/includes/menu.inc).

Migliori metodi per ritoccare velocemente le pareti in cucina

  • Posted on: 15 November 2018
  • By: addmean
Temi vegetali, geometrici o paesaggistici? O forse un colore vivace? O all’opposto - pastelli chiari e delicati? La carta da parati è il modo migliore per rinfrescare l'arredamento e ritoccare rapidamente – pure in cucina! Ma come scegliere lo sfondo giusto e cosa cercare?




dom
Author: Dell Inc.
Source: http://www.flickr.com


La carta da parati adorna con orgoglio il muro dietro il sofà – diviene un dettaglio che completerà il lavoro, cioè una disposizione bella e accurata. Risulta che la carta da parati per cucina invece di mattonelle è un modo sempre più popolare per rinfrescare l'ambiente, velare i difetti della parete e cambiare velocemente l'aspetto. Tra le soluzioni fruibili in commercio, si contraddistingue soprattutto la carta da parati in vinile. È resistente alle radiazioni UV, graffi, frizione e pulizia con prodotti chimici, anche all’acqua e umidità. Non sara deteriorata dal vapore acqueo, temperature elevate o chiazze di unto. È importante sottolineare che è del tutto lavabile: basta togliere lo sporco con un pezzo di carta e quindi pulire con un panno inumidito con l'aggiunta di detergente. Nelle stanze dove c'è maggiore umidità e temperatura, pure la carta da parati in fibra di vetro funziona perfettamente. Copre con successo le irregolarità della parete e inoltre è assai resistente. È interessante prendere in considerazione che non c'è necessità di rinunciare alle classiche finiture di carta, è sufficiente solo proteggerle con un rivestimento di vetro trasparente.




Carta da parati per cucina dietro il vetro è un eccellente modo per intromettere un accento interessante, un motivo o un colore vivace e allo stesso tempo conseguire una superfice resistente a una vasta gamma di probabili danni.
Tags: